16/10/2018 09:57:23

IL PORTALE REGIONALE DEGLI INFORMAGIOVANI

ASSOCIAZIONISMO
prevenzione sicurezza, volontariato ed associazionismo

 
 DIAMO I NUMERI?


 266 (e sottomultipli)

Le Organizzazioni di volontariato (OdV) sono normate a livello nazionale dalla legge 266/91, che ne stabilisce i requisiti da ottemperare per la costituzione e gestione delle attività. La legge stabilisce anche l’attivazione di Centri di Servizio di Volontariato (art. 15) e dell’Osservatorio nazionale per il volontariato (art 12) e demanda alle regioni e Province autonome l’istituzione dei registri per l’iscrizione delle odv.

A livello regionale le Marche si sono dotate proprio quest’anno di una nuova legge, la n 15 del 20 maggio 2012, denominata “Norme per la promozione e disciplina del volontariato”, che modifica la vecchia 45 del 1995, attraverso alcuni contenuti di novità, in particolare relativi a: ruolo e attività delle associazioni; identità delle odv; partecipazione alla programmazione territoriale, con particolare riferimento agli ambiti territoriali; centri servizi per il volontariato.


 383 (al quadrato)

Le associazioni di promozione sociale dalla legge 7 dicembre 2000, n. 383, "Disciplina delle associazioni di promozione sociale", che ne definisce i requisiti per la costituzione e l’appartenenza, la costituzione dei registri  e degli osservatori nazionali e locali e le modalità di attuazione delle prestazioni e delle fiscali, che presentano differenze rispetto a quelle delle odv.

A livello regionale la legge di riferimento è la n. 9 del 28 aprile 2004 “Norme per la promozione, il riconoscimento e lo sviluppo delle associazioni di promozione sociale”, a cui può essere integrata la Delibera di Giunta regionale n. 812/2004: Definizione delle modalità per l’iscrizione nel Registro regionale delle Associazioni di promozione sociale, modalità di cancellazione e modalità per la revisione del Registro regionale. L.R. 9/2004.”


 La carica dei 1000

L’Osservatorio Regionale delle Politiche sociali registra attualmente 1585 nominativi di associazioni di volontariato. Secondo la banca dati dell’Associazione Volontariato Marche – Centro Servizi Volontariato il numero potrebbe essere integrato da una serie di sedi secondarie di organizzazioni (124 nel 2010, secondo i dati delle ultime ricerche AVM, a cui aggiungere 1528 associazioni allora rilevate).

Per quanto riguarda le associazioni di promozione sociale l’ORPS rileva attualmente n. 129 nominativi di aps (il Bur Marche pubblica ufficialmente il registro e i suoi aderenti; l’ultimo è contenuto nel n. 43/2011).   

Entrambe sono inserite nel Registro regionale.

Elenco delle Associazioni di Volontariato Marchigiane


 La rosa dei 20

Oltre al Registro, contenitore istituzionale per indirizzi e contatti, ci si può orientare in termini informativi con:

livello istituzionale

- il sito delle Politiche sociali della Regione Marche, suddiviso in aree tematiche, con  copertura rispetto alla programmazione e alla normativa regionale e locale e ai contatti e referenti territoriali

- il sito dell’Osservatorio regionale delle politiche sociali, con la Banca dati e connesse ricerche delle organizzazioni del Terzo settore (non solo associazioni) e dei servizi territoriali

- i siti del Centro Documentazione Infanzia e Adolescenza e del Centro Documentazione Disabilità per approfondimenti tematici sui temi ad essi connessi

livello associativo
AVM - Associazione Volontariato Marche 

   L’Avm è certamente un riferimento importante in quanto associazione di associazioni (468 unità) nata per gestire il Centro Servizi regionale previsto dalla legge quadro; fornisce servizi alle associazioni per qualificarne e sostenerne le attività e informazioni a tutti i cittadini interessati al mondo del volontariato. L’AVM è strutturata con sportelli provinciali e uno regionale disponibili e aperti al pubblico.

Ci sono poi coordinamenti regionali di importanti associazioni a valenza nazionale, utili anche per i riferimenti territoriali 

ANPAS 

   Anpas - Comitato Regionale Marche organizza e coordina 48 Associazioni di pubblica assistenza:  sono per intenderci le varie Croci e simili che operano principalmente nell'ambito dell'emergenza sanitaria 118, del trasporto sanitario e sociale, della protezione civile e antincendio e della salvaguardia, difesa e soccorso animali.

AVIS 

   L’Avis è notoria: raccoglie sangue ed emoderivati, fondamentali per prevenzione, cura e interventi in ambito sanitario. E’ strutturata per sezioni comunali, provinciali e regionale, che è punto di coordinamento e rappresentanza con i livelli regionali istituzionali o associativi

ARCI 

   E’ tra le più note associazioni di promozione sociale, anche per la sua valenza nazionale, e può essere un punto di orientamento per come muoversi in tema.

LEGAMBIENTE 

   Punto di riferimento a valenza regionale per giovani, cittadini e associazioni interessati a temi oggi particolarmente al centro della discussione come la difesa e la promozione dell’ambiente.

 
 Per impegnarsi ancora di più

Per chi interessato a svolgere attività di volontariato ovviamente le possibilità non si esauriscono con le aps o le odv, riconosciute o no, ma anche con altri soggetti come cooperative sociali, fondazioni, enti morali, etc, che anzi si caratterizzano per esperienze di un certo peso e rilievo. Solo per citarne alcune, tra le più note:

Caritas 

Comunità di Capodarco 

Comunità di Don Gaudiano - Ceis di Pesaro  

Lega del Filo d’Oro 

Le cooperative sociali, come le aps e le odv, hanno un registro regionale, che viene pubblicato dal Bur, e sono censite ugualmente dall’Orps (attualmente 380 unità). Informazioni possono essere raccolte anche tramite le centrali (Legacoop; Confcooperative; Unci; Agci).

 


 CI PROVIAMO?

Se si è interessati a costituire un'associazione, che altro non è che un gruppo di persone che condividono una passione in comune orientata al bene collettivo, gli elementi base per avviarla sono:
  minimo due soci (ma se ne consigliano almeno tre) 
  statuto (è il sistema di regole per l'organizzazione delle attività e la vita interna delle associazioni)
  atto costitutivo (sancisce la nascita e manifesta il comune scopo delle persone formanti l'associazione.
Gli organi principali che determinano la struttura organizzativa sono:
  l'assemblea, cui partecipano con diritto di voto tutti i soci in regola. Compiti principali: approva i bilanci, modifica lo statuto e stabilisce il programma di attività dell’associazione.
  il Consiglio Direttivo, che è eletto dall’Assemblea tra i tesserati over 18, resta in carica per un tempo variabile e definito dallo Statuto (si consiglia 3-4 anni) ed è l’organo esecutivo dell’associazione.
  il Presidente, che è il legale rappresentante dell’Associazione nei confronti dei terzi ed in giudizio e ne sorveglia il buon andamento amministrativo e l’osservanza dello Statuto. Può essere eletto dall'assemblea o dal consiglio direttivo.
 Altri requisiti fondamentali 
     v  Chiarezza della mission. 

v  Formalizzare il gruppo, passando così da gruppo informale ad associazione; è consigliabile l'atto pubblico, in presenza di pubblico ufficiale, ma si può farlo anche con scrittura privata autenticata e scrittura privata registrata. 

v  Fare domanda di attribuzione del numero di codice fiscale presso l'ufficio delle imposte dirette e depositare il contratto d'associazione presso l'ufficio del registro competente.

v  Comprare e utilizzare i libri sociali (libro soci, libro adunanze del consiglio direttivo, libro assemblee e libro cassa) e conservare tutti i documenti su entrate e uscite per redigere il bilancio di fine anno.

v  Chiedere le autorizzazioni necessarie per lo svolgimento delle proprie attività (in caso di attività commerciali fare richiesta di partita IVA).
v  Fare richiesta di iscrizione all'albo regionale delle organizzazioni di volontariato, al registro provinciale delle associazioni, all'anagrafe comunale delle associazioni.

  Esempi utili

Dal sito dell’Informagiovani di Torino ecco una Guida  chiara ed esaustiva

Dal sito del portale giovani di Prato si possono visionare Esempi di redazione 

Dal sito del portale giovani di Bologna ecco un utile approfondimento sottoforma di Faq 


  Studiamo? Poco ma bene

Se vogliamo saperne un po’ di più sul mondo delle associazioni e del volontariato locale ci possono essere varie fonti utili, quali ad esempio

   Guide e Ricerche dell’Avm 
   L’agenzia Redattore sociale  
   I centri documentazione delle Marche, come

o   Centro documentazione del Gruppo Solidarietà  

o   Centro documentazione della Comunità di Capodarco 

o   Centro documentazione Asl 7