17/08/2018 16:30:25

IL PORTALE REGIONALE DEGLI INFORMAGIOVANI

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI
prevenzione sicurezza, volontariato ed associazionismo

L'EDUCAZIONE FINANZIARIA NELLE MARCHE
Dal 2007 sono stati avviati interventi di educazione finanziaria nelle scuole promossi da Banca Marche e il Consorzio Patti Chiari. In base ai dati dell'Istituto bancario sono stati coinvolti 2800 studenti e 138 classi di istituti medi inferiori e superiori. Nel settembre 2011 la Regione Marche ha siglato un Accordo con Banca Marche, Consorzio Patti Chiari e Ufficio scolastico regionale, il primo in Italia a livello locale, che prevede lo svolgimento di lezioni di economia, di finanza e sul risparmio sia verso le scuole (medie inferiori della Provincia di Ancona e medie superiori di tutte e cinque le province) che verso la popolazione adulta. A settembre 2012, come frutto dell'Accordo stesso, è stato presentato il Tavolo dell'educazione finanziaria per la valorizzazione delle diverse esperienze in atto. L'iniziativa regionale è la prima con tali modalità ma va ricordato che a giugno 2012 è stato siglato il Protocollo d'Intesa tra Miur e Consorzio Patti Chiari.

L'ACCORDO REGIONALE
"In Italia, come del resto nelle altre nazioni, gli stadi di avanzamento nell’educazione finanziaria sono generalmente legati a eventi negativi come nel caso della recente crisi economica. È un compito quindi impegnativo avvicinare gli studenti delle scuole secondarie a una materia considerata tradizionalmente ostica, ma dall’altro è necessario che questo compito sia svolto da chi è in grado sostenere con strumenti e competenze adeguate la formazione di una 'coscienza economica' il più precocemente possibile" (dal sito della Regione Marche)


IL PROTOCOLLO DEL MIUR

Nel giugno 2012 il Ministero dell'Istruzione Università e Ricerca ha siglato con il Consorzio Patti Chiari il seguente Protocollo d'Intesa


I CONTENUTI

Vengono affrontati temi legati alla gestione delle risorse economiche (es. la pianificazione di entrate ed uscite, il proprio futuro economico attraverso il risparmio e la previdenza), sia le principali aree di interazione tra cittadini e banche quali investimenti, servizi bancari e forme di credito. Uno strumento importante è certamente il sito www.economiascuola.it


NON SOLO GIOVANI
Con la presentazione ufficiale del Tavolo di educazione finanziaria si avviano interventi nelle sedi scolastiche rivolti anche alle famiglie e ai cittadini, con il programma ì"Mettiamo in comune l'educazione finanziaria". Primi incontri previsti a Fabriano gennaio 2013.

ESPERIENZE
Nell'ambito degli interventi di EF si segnalano, tra gli altri, il progetto vincitore del concorso "Sviluppa la tua idea imprenditoriale" anno 2011 e il premio Aifin - Associazione Italiana Financial Innovation per Banca Marche, proprio in virtù degli interventi di educazione finanziaria nelle scuole marchigiane.






CONSIGLI PER IL FUTURO
In tempi di livelli record della disoccupazione giovanile e di crisi economica globale è difficile proiettarsi al futuro e preoccuparsi del proprio destino previdenziale, alias la 'vecchia' (ormai proprio tale) pensione. Facendo qualche sforzo di concentrazione è però bene prendere consapevolezza anche di ciò che sembra molto lontano, come suggerisce anche il motto del grande inventore Charles Kettering: "tutti dovremmo preoccuparci del futuro, perché là dobbiamo passare il resto della nostra vita".
Raccogliere quindi le prime informazioni, magari semplicemente per farsi una propria idea in un senso o nell'altro, può essere utile. Si può cominciare con qualche esempio di settore, come

gli aggiornamenti di Pre/Visionari, blog di news, informazioni ed opinioni di esperti sui temi attuali della previdenza complementare;

i video informativi di Solidarietà Veneto, con eventi ed approfondimenti dedicati ai giovani; 

l'ebook In pensione senza problemi, scaricabile per Ipad e Iphone e le proposte dell'Aicp - Associazione italiana per la cultura previdenziale;

oppure le riflessioni da altri punti di vista, come quelle del raggruppamento di Sbilanciamoci.