21/07/2018 09:00:12

IL PORTALE REGIONALE DEGLI INFORMAGIOVANI

Franchising
Normativa, opportunità e orientamento

    Il Franchising  

     Persone o società (di persone o di capitali) che intendono avviare un'attività imprenditoriale in franchising, possono usufruire di questa agevolazione, da realizzare con
Franchisor convenzionati con l'Agenzia. Sono escluse le società di fatto e le società con scopi mutualistici.
    
Per presentare la domanda il titolare della ditta individuale o almeno la metà numerica dei soci che detiene almeno la metà del capitale sociale o delle quote, deve essere:

  • maggiorenne alla data di presentazione della domanda;
  • disoccupato alla data di presentazione della domanda;
  • residente nel territorio nazionale alla data del 1 gennaio 2000 oppure da almeno sei mesi alla data di presentazione della domanda.

     Anche la sede legale e operativa della società deve essere trovarsi nel territorio nazionale.

     Attività finanaziabili
    Sono finanziabili le attività di commercializzazione di beni e di servizi, attraverso l'affiliazione con uno dei Franchisor convenzionati con Invitalia, l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa SpA.
    
L'attività finanziata deve essere svolta per un periodo di almeno cinque anni dalla data di delibera di ammissione alle agevolazioni.
     Non sono agevolabili le attività che si riferiscono a settori esclusi dal CIPE o da disposizioni comunitarie.
    
     Sono escluse:

  • Produzione primaria di prodotti agricoli;
  • Pesca e acquacoltura

     Sono esclusi gli aiuti destinati all’acquisto di veicoli per il trasporto di merci da parte di imprese che effettuano trasporto di merci su strada per conto terzi.

     Le agevolazioni
     Le agevolazioni sono:

  • per gli investimenti, un contributo a fondo perduto e un mutuo a tasso agevolato, anche a copertura totale degli investimenti ammissibili;
  • per la gestione, un contributo a fondo perduto.

     L'entità di ciascuna agevolazione viene stabilita tenendo conto dell'ammontare degli investimenti, delle spese di gestione e delle caratteristiche del mutuo a tasso agevolato (durata, entità e tasso). L'importo del mutuo a tasso agevolato per gli investimenti non può essere inferiore al 50% del totale delle agevolazioni concedibili.

    
Le spese di investimento e di gestione "ammissibili" ai fini del calcolo dell'ammontare delle agevolazioni sono:

  • per l'investimento;
  • attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti;
  • beni immateriali a utilità pluriennale;ristrutturazione di immobili, entro il limite massimo del 10% del valore degli investimenti;
  • per la gestione;
  • materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti, nonché altri costi inerenti al processo produttivo;
  • utenze e canoni di locazione per immobili;
  • oneri finanziari;
  • prestazioni di garanzie assicurative sui beni finanziati;
  • prestazione di servizi.

     Modalità di erogazione
    
Il contratto stipulato tra Invitalia, l'Agenzia nazionale per l'attrazione di investimenti e lo sviluppo d'impresa SpA e il beneficiario fornisce regolamenti per i tempi e le modalità di ottenimento delle agevolazioni.

     E' prevista l'erogazione in due soluzioni.
     Quando si stipula un contratto di finanziamento, si può richiedere una prima erogazione considerando lo stato di avanzamento dei lavori (SAL) compresa tra il 30 ed il 60% del totale delle agevolazioni.

    
Il saldo sarà erogato in un'unica soluzione sulla base di fatture pagate successivamente all'erogazione del saldo. Entro 6 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento gli investimenti dovranno essere realizzati e dovrà essere presentata la richiesta del saldo per le relative spese.