16/10/2018 09:03:12

IL PORTALE REGIONALE DEGLI INFORMAGIOVANI

Impresa individuale
Normativa, opportunità e orientamento

Impresa individuale.

     L'impresa individuale è la forma imprenditoriale più semplice da costituire e da gestire; l’imprenditore (proprietario) assume responsabilmente ed autonomamente gli utili realizzati e gli oneri relativi all’impresa. Egli può avvalersi anche di lavoratori dipendenti. Gli obblighi fiscali che l’imprenditore deve assolvere sono relativi all’IRPEF, all’IRAP e ai contributi previdenziali INPS.

Vantaggi

  • Velocità e semplicità della costituzione dell’impresa (iscrizione alla Camera di Commercio)
    Autonomia e velocità nelle decisioni
    Tenuta della contabilità semplice

Svantaggi

  • Responsabilità nei confronti dei terzi. In caso di fallimento i creditori possono rivalersi sui beni personali del titolare e su quelli del coniuge se c’è la comunione dei beni, nel caso in cui il titolare risponda con il patrimonio personale.
  • Nel caso in cui si realizzino utili ingenti, poiché le spese che possono essere dedotte dal reddito (IRPEF) sono inferiori, gli utili vanno interamente sul reddito del titolare.

Come avviare l’impresa individuale

  • Richiedere licenze o autorizzazioni sanitarie, amministrative.
  • Denuncia all’Agenzia delle Entrate (Attribuzione Partita Iva o codice fiscale) entro 30 giorni dall’inizio dell’attività
  • Iscriversi al Registro delle Imprese della Camera di Commercio della provincia in cui ha la sede legale
  • Iscriversi all’INPS (17% del reddito con un minimale di 1.800 euro
  • Iscriversi eventualmente all’INAIL

Costi e formalità burocratiche e amministrative

  • Iscrizione annuale alla CCIAA 
  • Libri contabili (fatture) esenti da imposta
  • Attribuzione Partita Iva o codice fiscale
  • Pagamento dell’IRPEF sul reddito derivante dall’attività
  • Pagamento IRAP su un imponibile che comprende anche il costo del lavoro ed oneri finanziari