21/07/2018 09:01:21

IL PORTALE REGIONALE DEGLI INFORMAGIOVANI

Bullismo
prevenzione sicurezza, volontariato ed associazionismo

Bullismo....cos'è?
Il bullismo è un comportamento aggressivo che può essere:
verbale (es: prese in giro, insulti, offese, minacce..)
fisico (es: spintoni, aggressioni, estorsioni, ..)
indiretto (es: calunnie, diffamazioni, isolamento della vittima)

il bullismo non interessa solo il BULLO e la VITTIMA, ma anche:
i GREGARI: coloro che agiscono agli ordini del bullo
i SOSTENITORI: coloro che assistono senza prendere parte all’azione, ma sostenendola attivamente con incitamenti, risolini,..
gli SPETTATORI: coloro che non prendono una posizione di fronte alle prepotenze o che non sono mai presenti agli episodi

Come riconoscere il bullismo?
Le caratteristiche distintive del bullismo sono:
- intenzionalità (volontà di ferire)
- persistenza (prepotenze ripetute, sempre tra le stesse persone)
- asimmetria (chi ha il potere lo utilizza volutamente per ferire il più debole).
Non si parla quindi di scherzi, che seppur pesanti, non hanno la volontà di fare del male e nemmeno di litigi, che sono invece occasionali.

Luoghi comuni da sfatare:
- il bullismo è solo tra maschi
- il bullo resterà ”bullo” per sempre e la vittima sarà “vittima” per sempre
- la violenza fisica va contrastata, le altre prepotenze sono cose da poco
- il bullismo riguarda gli adolescenti
- la scuola è impotente di fronte al bullismo


Sono vittima o un mio amico è vittima di bullismo, cosa posso fare?

Parla: ad un insegnante, genitore o psicologo
Chiama: 800 669 696
numero verde attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19, a cui rivolgersi per segnalare casi, chiedere informazioni generali sul fenomeno e su come comportarsi in situazioni “critiche”, nonché ricevere sostegno.
Scrivi:  Sportello virtuale a cui chiedere consigli  bullismo@istruzione.it

Attenzione:  arriva il Cyberbullismo!
I bulli non si limitano più a tormentare i compagni di scuola con insulti, aggressioni fisiche o complotti per isolarli dagli altri. Adesso perseguitano le loro vittime anche via sms, mail e chat, inviando loro messaggi denigratori e in alcuni casi minacciosi. Grazie al cellulare il nuovo tormento arriva attraverso gli sms e per chi ha uno smartphone, anche attraverso foto, magari perfidamente ritoccate o video che immortalano gesti umilianti e scene di violenza.
Questo tipo di bullismo può essere molto pericoloso, tanto da rovinare l'esistenza delle piccole vittime, infatti a differenza dell’altro, la vittima non ha un luogo sicuro in cui rifugiarsi o da cui ripararsi, il cyberbullismo lo raggiungerà sempre.

Link:
Consigli della Polizia di Stato
SMONTA IL BULLO Campagna Nazionale del MIUR
SOS Bullismo 
"Il fenomeno del bullismo, conoscerlo e prevenirlo" Quaderno di approfondimento a cura di Telefono Azzurro
Osservatorio regionale prevenzione e lotta al bullismo - ufficio scolastico Marche