23/04/2017 20:45:23

IL PORTALE REGIONALE DEGLI INFORMAGIOVANI

Servizio Civile Volontario
prevenzione sicurezza, volontariato ed associazionismo

Il SERVIZIO CIVILE NAZIONALE (SCN)

Cos’è il Servizio Civile Nazionale?

Il Servizio Civile Nazionale è un’importante opportunità che i giovani hanno di crescere e di essere utili alla comunità, un prezioso strumento per aiutare le fasce più deboli della società contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese.

Dal 1 gennaio 2005 l’Obiezione di Coscienza e la Leva obbligatoria non ci sono più, pertanto possono fare richiesta anche coloro che hanno assolto l’obbligo di leva, nella forma del servizio armato o civile, purchè in possesso dei requisiti richiesti dal bando.

 

A chi è rivolto?

Con il D.L. del 05/04/2002 n.77, il Servizio Civile è aperto a tutti i ragazzi e ragazze tra i  18 -  28 anni compiuti (non si devono superare i 28 anni e 364 gg);

Con i seguenti requisiti:

- essere cittadini italiani

- essere in possesso dei diritti civili e politici

- non essere stati condannati con sentenza di 1 grado per delitti non colposi commessi mediante violenza contro persone o delitti riguardanti l’appartenenza a gruppi eversivi o di criminalità organizzata.

- Essere in possesso di idoneità fisica.

 

Oltre i non avente requisiti, NON possono partecipare:

- Gli appartenenti ai corpi militari e di Polizia

- Coloro che abbiano già prestato servizio volontario

- Coloro che abbiano in corso con l’Ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti, nell’anno precedente, di durata superiore a 3 mesi

 

Quanto dura il SCN?

Il Servizio Civile ha una durata di 12 mesi, con un impegno di 30 ore settimanali.

 

 E’ previsto un compenso?

Si, per l’attività svolta, i volontari, percepiscono un rimborso spese di 433.80 euro mensili..

(Per il servizio all’estero sono previste delle indennità aggiuntive e per i volontari “pendolari” spetta il rimborso delle spese del viaggio di andata e ritorno dal luogo di residenza alla sede di Servizio)

Cosa devono fare i ragazzi interessati a partecipare?

Devono semplicemente presentare il modulo di domanda all’Ente in cui si vorrebbe svolgere il Servizio Civile, entro la data di scadenza del bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

La domanda di partecipazione, in carta semplice (redatta secondo il modello “allegato 2” del bando), deve contenere l’indicazione del progetto prescelto e va indirizzata all’Ente che ha proposto il progetto, corredata di:

- fotocopia di valido documento di identità personale
- scheda “allegato 3”, contenente i dati relativi ai titoli posseduti dal candidato
- curriculum vitae, copie dei titoli in possesso e ogni altra documentazione significativa

E’ ammessa la presentazione di una sola domanda per bando.

 

Dove posso trovare il modello della domanda?

Le domande sono disponibili presso lo stesso Ente in cui si vorrebbe svolgere Servizio Civile, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale insieme al bando o scaricabile dal sito internet: www.serviziocivile.it / sezione modulistica.

A chi va indirizzata la domanda?

La domanda va inoltrata direttamente all’Ente in cui s’intende svolgere il Servizio Civile.

 

E’ possibile svolgere il servizio presso qualsiasi Ente?

No, si può prestare Servizio Civile Nazionale solo presso gli enti accreditati che abbiano presentato progetti approvati dall’UNSC e inseriti nei singoli bandi.

 

E’ possibile svolgere il Servizio Civile all’estero?

Si, plausibilmente ai progetti presentati nel bando.

 

Dove posso trovare la lista degli Enti e dei relativi progetti, per scegliere a chi inoltrare la domanda ?

L’elenco integrale dei progetti si trova nell’ “allegato 1” di ogni bando. I bandi vengono pubblicati integralmente sulla Gazzetta Ufficiale – Serie Concorsi e sul sito www.serviziocivile.it

 

Cosa succede dopo aver presentato la domanda?

L’Ente effettuerà una selezione dei candidati, si valuteranno i titoli e a seguito di un colloquio, compilerà una scheda di

valutazione che assegnerà ad ogni candidato un punteggio. Non saranno giudicati idonei i candidati con una valutazione inferiore a 36/60.

L’Ente affiggerà successivamente una graduatoria in cui motiveranno anche le cause di un’eventuale esclusione.

 

Sono previsti periodi di ferie e permessi per chi deve sostenere esami universitari?

Si, sono previsti permessi retribuiti di max 20 gg per esigenze personali e di 15 gg per malattia.

 

Posso svolgere un’attività lavorativa durante il Servizio Civile?
Si possono svolgere attività di lavoro subordinato o autonomo purché compatibili con il corretto espletamento del SCN. I dipendenti dello Stato sono collocati in aspettativa.

Cosa succede se interrompo il Servizio Civile?

A differenza della rinuncia, che si applica quando il ragazzo dichiari di non voler prendere servizio o non si presenti nel giorno di avvio al servizio e che da diritto a ripresentare domanda per i bandi successivi, l’interruzione del SCN comporta l’impossibilità a partecipare a nuovi progetti di Servizio Civile.

 

Il periodo di Servizio Civile Nazionale ha un riconoscimento?

Si, possono essere riconosciuti crediti formativi da spendere nel corso degli studi e nel campo della formazione professionale , inoltre i periodi di Servizio Civile Nazionale che verranno prestati dai volontari avviati in servizio a decorrere dal 2009 sono riscattabili, in tutto o in parte, su domanda del volontario e su contribuzione individuale, da versare in un'unica soluzione o in 120 rate mensili senza l'applicazione degli interessi di rateizzazione. (Legge 28 gennaio 2009, n. 2 (Art.4 comma 2)

 

Link e riferimenti utili:
- Ufficio Servizio Civile Nazionale

è possibile rivolgersi al numero verde:  848.800.715

(orario 8.30 - 19.30) che fa capo al call center dell’UNSC e presso gli sportelli Informagiovani.




Il SERVIZIO CIVILE REGIONALE (SCR):

Con la L.R. del 23 febbraio 2005, N. 15, viene istituito dalla Regione Marche il sistema regionale del servizio civile (SCR) quale espressione delle politiche di solidarietà sociale e di impegno attivo dei giovani nella costruzione di un modello di cittadinanza partecipata e di promozione della pace.

 

In cosa differisce dal Servizio Civile Nazionale?

Il SCR non è gestito  dall’UNSC, ma direttamente dalla Regione ed è aperto anche a ragazzi/e stranieri purchè residenti nel territorio regionale.
REQUISITI:

Sono ammessi al SCR i giovani tra i 18 ed i 28 anni compiuti che risultino:
- cittadini italiani residenti nel territorio marchigiano,
- cittadini di altri Paesi ed apolidi che siano residenti in un comune compreso nel territorio regionale.

Inoltre, nel solo ambito di progetti di cooperazione internazionale, possono altresì essere impiegati anche stranieri residenti nei territori esteri di svolgimento del progetto per tutta la durata dello stesso.

DURATA E COMPENSI:

A differenza di quello nazionale la durata può variare da un minimo di 10 mesi ad un max di 24, con un monte ore settimanale variabile. Inoltre ai giovani impiegati in un progetto di SCR spetta un assegno pari a quello previsto per il servizio civile nazionale (433,80 euro) se l’impegno settimanale è quantificato in trenta ore e diminuito o aumentato proporzionalmente in ragione dell’impegno settimanale definito dal progetto.

 

LINK e riferimenti utili:

Struttura Regionale per il Servizio Civile

 Tel. 071/8064039 fax 071/8064056 – mail: serviziocivile@regione.marche.it